È stata rilasciata la versione 1.0 del browser improntato sulla privacy Brave. La release, disponibile per PC e mobile, è stabile e veloce, e contiene notevoli miglioramenti per l’usabilità delle criptovalute, in particolare di Ethereum e dei token ERC20, grazie all’integrazione di un wallet molto simile a Metamask. Gli utenti possono essere pagati in BAT per visitare pagine di annunci, e attivando questa opzione ricevono automaticamente un airdrop di 10 BAT.

Ne approfittiamo per comunicarvi che da poco CryptoHelper si è unita alla rete di creatori di contenuti verificati di Brave, e può quindi ricevere donazioni in BAT da coloro che utilizzano Brave per leggere i nostri contenuti.

Brave raggiunge la versione 1.0, il browser che pensa alla privacy si rilancia

redpills