Vai alla barra degli strumenti
Nov 4

Microsoft presenta la piattaforma per il rilascio di token crittografici

Microsoft presenta la piattaforma per il rilascio di token crittografici

Microsoft ha presentato la piattaforma per il rilascio dei token crittrografici su Azure. L’intento dell’azienda statunitense è quella di costruire token nel cloud che siano di facile utilizzo per le aziende. La piattaforma è stata rilasciata con all’interno una serie di token di esempio di aziende del calibro di IBM, Santander, Intel e molte altre.

https://www.coindesk.com/microsoft-unveils-platform-for-minting-enterprise-ready-crypto-tokens

Guardi You Tube e la ventola del tuo PC sembra un elicottero? Sei un Miner e non lo sai…

Un nuovo Report  redatto da un’azienda esperta in cybersecurity (ESET), ha reso pubblica la scoperta di un’operazione fraudolenta che attraverso l’installazione di un crypto-jacking (malware) permette di estrarre la cryptovaluta Monero attraverso le GPU di alcuni utenti YouTube. I fruitori del servizio pronti a gustarsi qualche contributo video sulla piattaforma acquistata da Google stanno in realtà prestando potenza computazionale alla blockchain di Monero, catena famosa per le sue caratteristiche di anonimato. Più di mezzo milione di computer infetti nel mondo. Se ti sembra strano che il tuo computer stia facendo la maratona di New york quando in realtà apparentemente gli chiedi solo una passeggiatina al parco, è ora che tu ti faccia una domanda.

Booking.com & Travala.com l’adozione di massa è vicina

Travala.com è un portale che permette la prenotazioni di hotel, alberghi e strutture ricettive, vanta più di 2.000.000 di proposte in 230 diversi paesi nel mondo.

Air drop per gli stakers di Loom Network

Buona notizia per coloro che hanno dei token LOOM in stake: nel mese di dicembre sarà fatto un airdrop dei token del progetto Clever Fare, uno spin off che vuole rivoluzionare il modo in cui fare e-learning nel settore della programmazione software in ambito blockchain. Clever Fare assorbirà anche Cryptozombies, uno dei primi progetti nati all’interno di Loom Network dedicato esclusivamente al mondo Solidity. Per avere diritto all’airdrop, bisogna avere dei token in stake con durata di almeno tre mesi (ricordiamo che lo staking su Loom può durare da 2 settimane a 12 mesi, con reward crescenti man mano che cresce la durata del vincolo).

Arrivando gli smart contract “non touring-compete”

La Fondazione Algorand ha presentato la versione 2.0 del suo protocollo, con la quale vuole strizzare l’occhio al mondo della DeFi attraverso la possibilità – offerta agli sviluppatori – di creare degli smart contract più funzionali e adatti a tale settore. La novità tecnica più importante è l’uso di un nuovo linguaggio proprietario – denominato Transaction Execution Approval Language (TEAL) – che non è “Turing-complete” come quello di Ethereum e che promette smart contract più sicuri sia in fase di creazione sia in fase di esecuzione. Il quadro viene completato con la possibilità di creare e gestire la tokenizzazione di qualsiasi asset (ASA, Algorand Standard Assets) e quella di effettuare scambi atomici in maniera sicura, veloce ed economica.

Anche Tezos avrà la sua stablecoin

Dopo il crollo inesorabile del 2018 avvenuto nel settore delle criptovalute, nel 2019 hanno preso sempre più piede le stablecoin. A queste si aggiungerà USDTZ, un token peggato al $ ed emesso nella blockchain di Tezos. In molti lo vedono come un clone di DAI perché l’ancoraggio al $ sarà garantito dall’asset nativo di Tezos (XTZ), darà interessi ai possessori e permetterà il prestito per attività specifiche. Per questo potrebbe diventare un’opzione molto interessante anche per le applicazioni DeFi.

In Baviera saranno emessi certificati di formazione autenticati dalla blockchain

Nella primavera del 2020 la Camera dell’industria e del commercio di Monaco e dell’Alta Baviera, in Germania, rilascerà certificati di formazione mediante la tecnologia blockchain. In questo modo le aziende saranno in grado di verificarne l’autenticità istantaneamente grazie ad una chiave elettronica. In Canada invece, un istituto tecnico ha rilasciato oltre 4.800 diplomi basati su blockchain per i laureati del 2019. Allo stesso modo, l’università svizzera di San Gallo, rilascerà diplomi immutabili registrati sulla blockchain di Ethereum.

Accettare token centralizzati come garanzia (WBTC) darebbe all’OFAC lo strumento per bloccare DAI

L’OFAC è l’agenzia americana d’intelligence che si occupa di attivare le sanzioni per chi non rispetta la sicurezza nazionale in ambito finanziario e le regole che ne dettano gli standard. La capacità di questo istituto di mettere in black list e bloccare alcuni indirizzi, potrebbe diventare un problema per le DeFi. La governance di MakerDao e le sue scelte diventano un punto di debolezza di fronte alle possibilità del governo americano. Come si vede in questo articolo è già successo in passato. La comunità sta vedendo crescere il fenomeno delle Decentralized Finance ma la decentralizzazione e la “censorship resistance” ( resistenza alla censura ) al di là dei giudizi di valore, rimane obiettivo non del tutto raggiunto. La comunità si divide e si interroga per capire in che direzione andranno gli sviluppi della tecnologia dopo l’enorme crescita che stiamo riscontrando nell’ecosistema di Ethereum.    

MyCrypto mappa le vittime di truffe crittografiche

Secondo il rapporto redatto da Harry Denley, direttore della sicurezza di MyCrypto, la maggior parte delle vittime di truffe crittografiche provengono dall’Indonesia, Nigeria, Stati Uniti, Vietnam ed India. Queste truffe sono state possibili perché le vittime non possedevano un hardware wallet come Ledger o Trezor, in cui la chiave privata non esce mai dal dispositivo fisico. Infatti, le false interfacce utilizzate per rubare le chiavi private ai malcapitati non sarebbero riuscite nel loro intento con questi dispositivi.

Password dimenticata
Join us on Telegram Channel @MyCryptoHelper

@

Non recentemente attivo