Red Pills

RED PILLS

MakerDAO cibo per balene

Un ricercatore che fa capo a DDEX, uno degli exchange decentralizzati in rapida crescita, ha svolto un interessante lavoro di analisi sugli address che hanno aperto le CDP più voluminose su MakerDAO. Le prime 10 CDP in ordine di grandezza totalizzano oltre il 40% dei DAI emessi, e la percentuale sfiora l’80% se integriamo le prime 100 CDP: segno che per adesso lo strumento è utilizzato soprattutto dalle c.d. “whale”. Inoltre, 3 dei primi 10 address sono stati contributori della ICO di Ethereum nel 2015, e i top 3 erano addirittura tra quelli che parteciparono alla ICO di The DAO (tristemente nota per aver causato il primo – e sinora unico – hard fork di Ethereum con Ethereum Classic).

Leggi tutto →

Anche Binance lancia il proprio crypto smartphone

In collaborazione con HTC, Binance sta per lanciare Exodus 1 Binance Edition, “il primo smartphone al mondo predisposto per Binance Chain e per gli appassionati di criptovalute”. Secondo il CEO di Binance gli smartphone svolgeranno un ruolo chiave nel settore delle criptovalute e sono il dispositivo ideale per un hardware wallet. Il dispositivo, che si colloca nella fascia alta del mercato, sarà in vendita alla fine di questo mese al prezzo di $ 599 e viene fornito con un airdrop BNB per un numero limitato di clienti.

Leggi tutto →

Bakkt è pronta a fornire servizi di custodia di Bitcoin

Dopo il lancio dei contratti futures su Bitcoin, ora Bakkt è pronta a fornire servizi di custodia per i clienti istituzionali. Secondo Adam White, COO di Bakkt: “un collegamento critico nell’adozione istituzionale è la custodia”. Per questo impiegheranno tutta una serie di misure di sicurezza per garantire un servizio che generi fiducia tra gli utilizzatori. La società sta inoltre sviluppando un’app per l’acquisto di beni con Bitcoin, la cui uscita è prevista per la prima metà del 2020.

Leggi tutto →

La Tunisia lancerà una valuta nazionale digitale

Dopo la Turchia, anche la Tunisia lancerà la propria valuta nazionale utilizzando la blockchain. Si chiamerà E-Dinar e sarà emessa grazie all’assistenza della startup russa Universa, il cui fondatore e CEO Alexander Borodich ha affermato che comunque questa moneta elettronica non può essere considerata una vera e propria criptovaluta. Questo perché di fatto sarà di proprietà dello stato tunisino e sostenuta da carta moneta circolante. La blockchain, grazie alla sua tecnologia, proteggerà dalla contraffazione e renderà inoltre l’emissione molto più economica e trasparente. In conclusione, non verrà emessa una nuova valuta, ma ci sarà semplicemente un travaso da moneta fisica a moneta digitale.

Leggi tutto →

Passa la votazione di modifica della governance di DAI

Dopo la votazione di oggi, passa la proposta di ridurre la stability fee annuale dello 0,5% e portarlo al 5% e di aumentare il debt ceiling di 20 milioni e portarlo a 120 milioni di DAI.

Leggi tutto →

La Turchia e già pronta con la Lira Digitale

La valuta digitale della Turchia, giustamente chiamata “Digital Lira”, è stata presentata oggi per la prima volta nel programma per lo sviluppo economico 2019-2023 della Turchia. Il ministro del Tesoro e delle Finanze ha dichiarato che la lira digitale consentirà transazioni istantanee tra cittadini turchi, oltre a permettere una nuova gamma di strumenti finanziari decentralizzati. Ha inoltre indicato anche che con questa iniziativa intende promuovere la trasformazione digitale del paese, incluse le ICO come supporto alle nuove imprese.

Leggi tutto →

La Cina non vieterà il mining di criptovalute

La National Development and Reform Commission (NDRC) della Cina ha tenuto oggi, mercoledì 6 novembre, una conferenza stampa in cui è emerso che il mining di criptovalute è stato tolto dalla blacklist delle attività industriali da vietare. Dal momento che oltre la metà del hashrate di Bitcoin è in territorio cinese, riaffiorano le problematiche legate alla centralizzazione di questa coin.

Leggi tutto →

Stellar brucia oltre la metà dei suoi token ed il prezzo sale del 14%

La Stellar Development Fondation brucia 55 miliardi di Stellar Lumens (XLM) e dopo un’ora dall’annuncio, il prezzo è già salito del 14%. Ora l’offerta totale dei token scende a 50 miliardi, di cui solo poco più di 20 miliardi in circolazione.

Leggi tutto →

Microsoft presenta la piattaforma per il rilascio di token crittografici

Microsoft ha presentato la piattaforma per il rilascio dei token crittrografici su Azure. L’intento dell’azienda statunitense è quella di costruire token nel cloud che siano di facile utilizzo per le aziende. La piattaforma è stata rilasciata con all’interno una serie di token di esempio di aziende del calibro di IBM, Santander, Intel e molte altre.

Leggi tutto →

Ad Halloween, scherzetto di Bitcoin

Mentre eravamo nel pieno dei festeggiamenti per l’undicesimo anniversario del white paper di Bitcoin, il prezzo su BTSE Futures schizzava momentaneamente a 15.000$ per poi crollare a 6.500$, mentre quello su Deribit toccava i 7.750$, per poi tornare tutti sui livelli normali. Ciò sembra sia stato causato dal fatto che Coinbase è andato temporaneamente offline, sbilanciando così l’indice dei derivati con il prezzo effettivo. Questo ha provocato delle ripercussioni su diversi scambi.

Leggi tutto →

Quando la stagione delle piogge in Cina determina la potenza di calcolo

Dopo una crescita sostenuta negli ultimi 3 mesi della potenza di calcolo sulla rete Bitcoin, che ha raggiunto il picco di 97,90 EH/s il 24 ottobre, ora sta gradualmente diminuendo. Ciò è dovuto al fatto che la stagione delle piogge in Cina sta giungendo a termine e le centrali idroelettriche della provincia del Sichuan, che forniscono il 50% dell’energia totale che utilizzano le mining farm di Bitcoin presenti sul globo, non ha più la capacità di generarne a sufficienza.

Leggi tutto →