Red Pills

RED PILLS

18 milioni di Bitcoin estratti

Poche ore fa abbiamo superato due traguardi importanti: 18 milioni di Bitcoin estratti e 600.000 blocchi validati. Ora mancano da estrarre solo 3 milioni di Bitcoin, ma abbiamo ancora 120 anni per farlo e poi si smetterà di creare nuova moneta… ma siamo sicuri che sarà così? Fonte

Leggi tutto →

Blocchi da 12 Giga Byte per Bitcoin.

Sul fondo dell’articolo un documento di studio che circola da qualche anno in rete, un analisi che prevedeva un aumento del blocco fino a 240MB per Bitcoin per raggiungere 5000 transazioni e successivamente spingere fino a 10 o 12 GB  per blocco ogni 10 minuti, con questo si prevede di raggiungere le 100.000 TX a costi gestibili. Gli autori del documento si affidano alla legge di Moore aspettandosi una crescita esponenziale della potenza di calcolo, della capacità di storage e della velocità di trasmissione del dato. Nelle proposte l’inserimento di speciali nodi capaci di velocizzare la propagazione dell’informazione ed evitare il problema della doppia spesa nei pagamenti rapidi. Vengono esposte particolari idee sulla divisione del lavoro tra miners e nodi di verifica in quello che sembra essere un inno ai grandi blocchi. Eravamo convinti fosse BCH a prendere la via dei “Big Blocker” ma sembra che il modello di crescita di questa catena sia più equilibrato e aperto a modifiche del codice utili all’implementazione di tecnologie di nuova generazione capaci di far scalare il network o migliorarne la governance. A quanto pare rimane solo BSV (Bitcoin Satoshi Visioni) ad andare  nella direzione del paper. Dopo aver già allargato il blocco con successo, vogliono arrivare a un protocollo stabile che permetta ai miners di crescere senza limiti. Sono in pochi nella comunità degli sviluppatori a supportare questo progetto, ma molti imprenditori legati al mining o alle applicazioni più bisognose di velocità e bassi costi. ovviamente sono a favore. Scale.01 

Leggi tutto →

La cipolla che fa piangere

Scoperta una versione del browser Tor distribuita da un gruppo di hacker, che mediante strumenti dannosi spiava gli utenti e rubava a loro i Bitcoin nel momento in cui cercavano di pagare sui dark net markets. Fonte

Leggi tutto →

Ereditare Bitcoin ora è più semplice

Casa, startup statunitense, lancia un nuovo servizio chiamato “Casa Convenant” che permette di trasferire in modo sicuro la proprietà dei propri Bitcoin. In questo modo non si rischia di portare il segreto nella tomba o di condividere anzitempo le chiavi private con eredi, aumentando le probabilità che siano rubate. Il loro protocollo si basa su una serie di passaggi che devono essere svolti mediante le 6 chiavi di ripristino messe a disposizione. Fonte

Leggi tutto →

Alle Bermuda si possono pagare le tasse in criptovaluta

Il governo delle Bermuda ha annunciato che accetterà pagamenti in USDC (la stablecoin ancorata al dollaro emessa da Coinbase e Circle) per tasse, commissioni e servizi governativi. Fonte

Leggi tutto →

Yuan digitale in risposta a Libra

La guerra finanziaria tra Stati Uniti e Cina si combatte anche nel mondo delle valute digitali. Infatti, la People’s Bank of China (PBoC) sta assumendo altri esperti crittografici per velocizzare lo sviluppo dello Yuan digitale, preoccupata che Libra, incentrata sul Dollaro, diventi una minaccia per la loro moneta nazionale. Fonte

Leggi tutto →

Libra: firmata oggi a Ginevra la Carta della Associazione Libra da parte di 21 membri.

Dopo l’uscita di Visa, Mastercard, Paypal, Booking Holdings, Stripe, MercadoLibre, Ebay (1/4 dei membri iniziali), i restanti membri di Libra hanno firmato oggi la Carta della Associazione Libra ed eletto il CdA. Le organizzazioni che hanno firmato sono quindi: Anchorage, Mercy Corps, Andreessen Horowitz, PayU, Bison Trails Co., Ribbit Capital, Breakthrough Initiatives, Spotify AB, Calibra, Thrive Capital, Coinbase, Uber Technologies, Creative Destruction Lab, Union Square Ventures, Farfetch UK Limited, Vodafone, Iliad, Women’s World Banking, Kiva Microfunds, Xapo Holdings Limited, Lyft. L’Associazione Libra ha confermato che oltre 1.500 entità hanno indicato interesse a partecipare allo sforzo del progetto Libra e circa 180 entità hanno soddisfatto i criteri preliminari di adesione condivisi su libra.org. L’associazione si dichiara ansiosa di perseguire la sua missione di costruire una rete di pagamento globale, lavorando con le autorità di regolamentazione dove applicabile. fonte

Leggi tutto →

Pagamenti automatici di pedaggi e parcheggi grazie alla blockchain

5 importanti case automobilistiche quali: BMW, General Motors, Honda, Ford e Renault, stanno collaborando con MOBI (Mobility Open Blockchain Initiative) sull’integrazione dei pagamenti automatici di pedaggi e parcheggi, che grazie all’identificazione univoca dei veicoli, mira a togliere questa incombenza all’essere umano. Fonte

Leggi tutto →

80 milioni di DAI: dove sono?

Alla data odierna sono in circolazione oltre 80 milioni di DAI, siamo vicini quindi alla soglia dei 100 milioni totali previsti dal protocollo MakerDAO. Un’analisi svolta da Beneath illustra come oltre la metà dei DAI sia attualmente conservata in wallet privati, il 20% sia all’interno di applicazioni decentralizzate e solo il 6% sia presente negli exchange di criptovalute.  Da notare la crescita di Compound, la nota piattaforma di lending decentralizzata, nella cui liquidity pool sono presenti 12 milioni di DAI, pari al 15% del totale in circolazione. MakerDAO ha annunciato che il prossimo 18 novembre sarà finalmente lanciata, dopo 2 anni di test e debug, la piattaforma Multi Collateral Dai che andrà a sostituire la Single Collateral.

Leggi tutto →

La SEC blocca la vendita dei token di Telegram

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti emette un ordine restrittivo contro Telegram per la vendita del token della sua controllata TON, per non averlo registrato nelle sedi preposte. Con questa azione la SEC intende impedire di inondare il mercato statunitense con token venduti (a loro dire) illegalmente. Fonte

Leggi tutto →

Augur: Hillary Clinton e il Prediction Markets

E’ il caso di Hillary Clinton, che pur non essendo candidata, ha visto crescere le scommesse sulla sua corsa alle presidenziali. Alcuni eventi hanno fatto pensare che nonostante sia fuori dai giochi  la partecipazione fosse possibile. Augur è una piattaforma di predction markets, grazie alla blockchain di Ethereum questo protocollo rende possibile scommesse legate ad accadimenti sociali rilevanti. Un mondo in cui il “sentiment” verrà misurato e certificato da un meccanismo trustless ( in cui la fiducia non serve) sta arrivando, che ripercussioni avrà sulle scelte del sistema? sapere in anticipo cosa pensa il mercato cambierà il suo modo di comportarsi? Fonte

Leggi tutto →

BINANCE COIN

Binance Coin (BNB) è stata lanciata a metà Luglio del 2017 con una ICO (2700 BNB per 1 Ethereum, una …

PEERCOIN

Peercoin è essenzialmente una moneta digitale che utilizza la tecnologia blockchain per mantenere un libro mastro pubblico facilmente accessibile contenente …

AMBROSUS

Ambrosus è una piattaforma che utilizza la tecnologia blockchain e i dispositivi IoT per tracciare le catene di approvvigionamento in …