Vai alla barra degli strumenti
Lug 21

RIPPLE

RIPPLE

Ripple (o XRP) è una delle criptovalute più controverse del mercato. Ha ricevuto critiche che vanno dalla troppa centralizzazione, al conflitto di interessi dovuto al suo premining, alla sua comunità, chiamata “Ripple Army” in quanto è un proprio e vero esercito sui vari social network pronta ad attaccare brutalmente i detrattori o chiunque esponga una critica sul progetto.

Ripple nasce da Ripplepay.com, un progetto sviluppato da Ryan Fugger nei primi anni 2000. L’idea di Fugger era di costruire “chain of trust” (catene di fiducia) all’interno di comunità che si fidano l’una dell’altra, cioè se la persona A si fida della persona B e la persona B si fida della persona C, allora la persona A può trasferire valore alla persona C attraverso questa catena di fiducia. Mentre il progetto originale non ha ottenuto molta attenzione, è stato ripreso da Chris Larsen e Jed McCleb che hanno collaborato con Fugger per creare OpenCoin nel 2013. OpenCoin ha quindi cambiato nome in Ripple Labs che ha successivamente sviluppato il protocollo Ripple e la valuta nativa (XRP) basato sull’idea di “chain of trust” di Fugger.

Il concetto di “catena di fiducia” è una critica primaria di Ripple a causa del fatto che la rete si affida ai validatori per raggiungere il consenso, il che significa che questi partecipanti possono essenzialmente “colludere” e quindi, teoricamente, manipolare la rete. Questo è diverso dal modello di Bitcoin che impedisce agli attori malevoli di colludere attraverso il suo algoritmo di consenso di mining. Attualmente, Ripple può elaborare oltre 1000 transazioni al secondo rispetto alle 7 di Bitcoin.

Ripple è stato anche un progetto controverso a causa del pre-mining che è avvenuto con il suo token nativo, XRP. Il mining tradizionale è un processo più democratico di distribuzione delle monete poiché si basa sul contributo della potenza di calcolo dei minatori alla rete. Il pre-mining è controverso poiché l’allocazione di token può essere arbitraria e ingiusta, e la distribuzione è controllata da un’autorità centrale. Ad esempio, vi è un totale di 100 miliardi di XRP in offerta, ma solo 40 miliardi di XRP in circolazione. Ciò significa che 60 miliardi di XRP sono ancora detenuti sotto il controllo del team dei fondatori. Questo è un problema in quanto essenzialmente dà a questi titolari il controllo sulla distribuzione e quindi sul prezzo. Molti investitori si scervellano sul perché la criptovaluta abbia una capitalizzazione così alta.

Nonostante le controversie, Ripple (XRP) continua ad essere popolare e l’obiettivo principale del team è ora di integrare XRP nel settore bancario per risolvere i problemi di pagamento transfrontaliero. Piuttosto che creare un concorrente Bitcoin, il focus del team di Ripple è quello di rendere XRP la “valuta ponte” che le istituzioni finanziarie possono utilizzare per regolare i pagamenti internazionali più velocemente. Un aspetto molto importante che spesso viene tralasciato, è il fatto che la moneta XRP non sia effettivamente necessaria a nessuna delle istituzioni che vogliano utilizzare la rete di Ripple. Ripple Labs sta sviluppando una rete Ripple, che è una rete di banche e fornitori di servizi di pagamento, e XRP è ciò che preferirebbe idealmente che le persone utilizzassero per la liquidità e come “moneta ponte”. Ma tecnicamente, non si deve effettivamente usare XRP, si può usare il dollaro USA, Ethereum o Bitcoin o qualsiasi altra valuta.

 

Website: https://www.ripple.com/xrp/

Market: https://coinmarketcap.com/currencies/ripple/

POLKADOT

Gavin Wood è stato co-founder ed ex-CTO di Ethereum nonchè co-founder ed ex-CEO di Parity Technologies, la società che ha creato e gestito uno dei

» » »

BINANCE COIN

Binance Coin (BNB) è stata lanciata a metà Luglio del 2017 con una ICO (2700 BNB per 1 Ethereum, una delle ICO più redditizie della

» » »

PEERCOIN

Peercoin è essenzialmente una moneta digitale che utilizza la tecnologia blockchain per mantenere un libro mastro pubblico facilmente accessibile contenente tutte le transazioni. Nasce da

» » »

AMBROSUS

Ambrosus è una piattaforma che utilizza la tecnologia blockchain e i dispositivi IoT per tracciare le catene di approvvigionamento in modo completamente automatizzato. Certamente le

» » »

TETHER

Tether è una stablecoin le cui riserve sono garantite da Tether Limited. Attualmente ci sono anche token di Tether supportati da euro (indicato da EUR

» » »

WBTC

WBTC sta per Wrapped BTC (bitcoin “incartati”) ed è un token erc-20 nato con lo scopo di consentire alla liquidità di Bitcoin di operare nell’ecosistema

» » »

L’ex Deutsche Bank : salviamo l’Euro con una stablecoin sostenuta da titoli di stato

Un ex economista della Deutsche Bank ha proposto una nuova stablecoin come soluzione ai problemi economici dell’Europa. In un articolo su Financial Times, Thomas Mayer sostiene che l’euro è sotto tensione a causa delle economie divergenti dell’Eurozona. Invece di stare a guardare il declino, le autorità finanziarie potrebbero orientarsi verso un euro digitalizzato, con quotazioni sostenute da titoli di stato. Questa stablecoin “non solo sarebbe più forte ma potrebbe competere per diventare una valuta di riserva globale”, ha detto Mayer.

Password dimenticata
Join us on Telegram Channel @MyCryptoHelper

@

Non recentemente attivo