Dogecoin (DOGE), a differenza di altre criptovalute è nata nel 2013 per ironizzare sulla crescita degli Altcoin. In realtà ha portato a una certa praticità in quanto la sua grande offerta e il basso prezzo hanno facilitato micro-tipping efficienti sui social media. È un derivato di Luckycoin, a sua volta forkato da Litecoin, e utilizza un algoritmo di consenso denominato Scrypt per evitare l’utilizzo di ASIC nel mining (che successivamente fu poi sviluppato comunque).

Dogecoin ha intervalli di blocco di 1 minuto che lo rendono più veloce di altre blockchain. Non esiste un limite alla fornitura di monete e quindi può gonfiarsi all’infinito. Questa criptovaluta nata come uno scherzo è riuscita a sopravvivere e prosperare quando altre cripto sono cadute in disuso, soprattutto grazie al supporto della sua comunità e al suo utilizzo per i micro-pagamenti su Twitter, Reddit e Imgur, in pratica essendo la prima criptovaluta a rendere possibile la monetizzazione del numero di follower. Ora viene utilizzata anche dai trader per inviare quantità di denaro da exchange a exchange, pagando commissioni di prelievo irrisorie e approfittando delle sue transazioni molto veloci.

Il creatore di questo Altcoin voleva una criptovaluta priva della serietà che generalmente accompagna Bitcoin, e per questo motivo i marketer hanno scelto il Brand “Doge” , con il famoso meme del cane Shiba Inu e il testo in caratteri Comic Sans.

Website: https://dogecoin.com/

Market: https://coinmarketcap.com/currencies/dogecoin/

cryptoshots