Skip to toolbar
Oct 4

BINANCE COIN

BINANCE COIN

Binance Coin (BNB) è stata lanciata a metà Luglio del 2017 con una ICO (2700 BNB per 1 Ethereum, una delle ICO più redditizie della storia), pochi giorni prima del lancio di Binance. L’innovativo exchange centralizzato si è proposto come una migliore alternativa rispetto ai concorrenti disponibili allora sul mercato, sopperendo ai problemi causati della scarsa architettura tecnica, da una piattaforma insicura, scarsa liquidità del mercato, scarsa assistenza clienti, scarsa internazionalizzazione e supporto linguistico, Binance si è rapidamente imposto come l’exchange di riferimento con i volumi più alti del settore.

BNB è il primo esempio di criptovaluta di un exchange, poi seguito da diversi altri concorrenti, che mira ad essere utilizzata nella piattaforma di scambio per avere una serie di vantaggi, primo fra tutti forti sconti sulle commissioni di trading. Mentre le commissioni generali di negoziazione sono dello 0,1%, se si possiedono dei BNB nel proprio account viene applicato uno sconto del 50% sulla commissione di negoziazione, dedotta dal proprio saldo BNB. Questa percentuale scende fino ad azzerarsi dopo 5 anni di iscrizione al portale. Inoltre, BNB supporta diverse coppie di trading con tutte le principali monete su Binance, ed è ora possibile anche utilizzarlo per ricavare interessi dal Margin Lending, il prestito per le operazioni in leva.

BNB è stata emessa con una fornitura totale di 200 milioni di monete, con 100 milioni messe a disposizione nella ICO. Binance promuove l’apprezzamento del proprio token utilizzando il 20% dei suoi profitti per riacquistare e “bruciare” i token BNB ogni trimestre, fino a quando i non saranno bruciati il 50% dei token totali. Lo scorso aprile Binance ha completato lo “swap” della propria main-net, e tutti i token ERC20 sono stati “swappati” in token BEP2, uno dei protocolli nativi di Binance Chain. BNB alimenta l’exchange decentralizzato Binance DEX dove è il pair principale per tutte le criptovalute, e su Binance.je, il gateway fiat-cripto di Binance, BNB può essere scambiato direttamente con Euro e Sterlina Inglese.

BNB non si limita ad essere il “GAS” che alimenta i vari exchange di Binance, ma sono diversi i casi d’uso tra cui:

  • Il supporto del portale di lending Crypto.com per il token BNB;
  • PundiX permette di pagare con BNB nei POSX;
  • La piattaforma Nexo supporta BNB come garanzia per prestiti on-chain.

Alcuni casi di uso pubblicizzati da Binance però non sono però più reali da quando BNB è passato dalla blockchain di Ethereum alla sua blockchain proprietaria. Ad esempio Monetha, Dether e Ethlend supportano solo i token ERC20, e non è prevista una integrazione con il protocollo BEP2. Il cambio di blockchain e l’uscita dall’ecosistema di Ethereum, compresa cosi la sua esclusione anche dal settore emergente del DeFi, potrebbe influire negativamente sull’adozione di BNB.

Website: www.binance.com/it/bnb

Market: coinmarketcap.com/currencies/binance-coin/

DECRED

Decred (DCR) è una criptovaluta che dà la priorità alla governance decentralizzata e al processo decisionale sulla blockchain. L’obiettivo è avere una blockchain che funzioni

» » »

POLKADOT

Gavin Wood è stato co-founder ed ex-CTO di Ethereum nonchè co-founder ed ex-CEO di Parity Technologies, la società che ha creato e gestito uno dei

» » »

BINANCE COIN

Binance Coin (BNB) è stata lanciata a metà Luglio del 2017 con una ICO (2700 BNB per 1 Ethereum, una delle ICO più redditizie della

» » »

PEERCOIN

Peercoin è essenzialmente una moneta digitale che utilizza la tecnologia blockchain per mantenere un libro mastro pubblico facilmente accessibile contenente tutte le transazioni. Nasce da

» » »

AMBROSUS

Ambrosus è una piattaforma che utilizza la tecnologia blockchain e i dispositivi IoT per tracciare le catene di approvvigionamento in modo completamente automatizzato. Certamente le

» » »

TETHER

Tether è una stablecoin le cui riserve sono garantite da Tether Limited. Attualmente ci sono anche token di Tether supportati da euro (indicato da EUR

» » »

Arriva Muir Glacier, il fork a sorpresa di Ethereum

Un hard fork a sorpresa di Ethereum è previsto per il blocco numero 9.200.000, previsto per giovedì 2 gennaio 2020. L’unico cambiamento in questo aggiornamento è che viene ritardata di 2 anni la difficulty bomb (Ice Age), la feature prevista agli albori di Ethereum che aumenta la difficoltà di mining ogni 100.000 blocchi in modo da accelerare la transizione del network a Proof of Stake. Nonostante l’ultimo fork Istanbul sia avvenuto poche settimane fa, è emerso che gli sviluppatori di Ethereum hanno commesso un errore non prendendo in considerazione l’imminente scoppio della “bomba di difficoltà”. Qui potete trovare un conto alla rovescia dell’aggiornamento di rete:

Lost Password
Join us on Telegram Channel @MyCryptoHelper

@

Not recently active